Mercoledì, 26 Aprile 2017 07:03

L’IMPEGNO CONTRO IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO DELL’I.C. ROVIGO 4 NELL’ANNO SCOLASTICO 2017/18

Scritto da

Uno dei principali obiettivi dell’IC Rovigo 4 è di prevenire e contrastare qualsiasi forma di bullismo e/o cyber-bullismo che si manifesti all’interno dell’IC, in ogni ordine di scuola.

All’inizio dell’a.s. 2017/18, martedì 5 settembre il Collegio Docenti del Comprensivo ha seguito un incontro di formazione sul bullismo organizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Rovigo, nella persona della prof.ssa Paola Ziggiotto, che ha aperto i lavori e ha presentato la relatrice, prof.ssa Malachin Cinzia, docente presso l’IC di Badia Pol. e referente d’Istituto per il bullismo. L’esperienza della relatrice ha permesso utili confronti e riflessioni con l’aiuto dei tanti materiali prodotti dal Comprensivo di Badia su questa delicata tematica.
Secondo il Piano annuale delle attività, approvato dal Collegio Docenti il 1° settembre 2017, l’8 novembre si è organizzato un incontro con il dott. Domenico Geracitano, collaboratore tecnico della Polizia di Stato, in servizio alla Questura di Brescia, autore di diverse pubblicazioni sul tema bullismo/cyberbullismo.
L’incontro era rivolto ai genitori degli alunni della scuola secondaria di primo grado, per avvicinarli positivamente alle attività formative di Istituto e per sensibilizzarli a seguire maggiormente i loro ragazzi nell’utilizzo dei nuovi media.
L’incontro dal titolo “Navigare insieme nella rete” ha dato occasione ai presenti di riflettere sull’importanza di smartphone e tablet che vengono donati ai ragazzi molto spesso senza fornire loro la conoscenza di come utilizzare al meglio tali strumenti.
Fondamentale per la prima agenzia formativa, la scuola, e, soprattutto, per la prima agenzia educativa, la famiglia, è di informarsi e informare, in modo coinvolgente ed incisivo: le ragazze ed i ragazzi devono essere educati ad affrontare il mondo virtuale, sfruttando tutte le opportunità che internet può dare, ma evitando litigi via chat, diffusione online di informazioni denigratorie, pubblicazione di immagini maliziose, esperienze ormai entrate a far parte del quotidiano di insegnanti, educatori, genitori (e soprattutto dei ragazzi).

http://www.icrovigo4.gov.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=410:riflessioni-con-i-genitori-per-navigare-assieme-ai-propri-figli-nella-rete&Itemid=384

Un ulteriore momento di approfondimento sul tema è stato offerto a due docenti per Istituto Scolastico del Veneto, tra cui due insegnanti dell’I.C. Rovigo 4, nel corso dell’a.s. 2017/2018: il corso di formazione regionale “DALL’ALTRA PARTE DEL BULLISMO E CYBERBULLISMO” organizzato dal C.T.I. e C.T.S. di Badia Polesine.
Il corso ha fornito ai docenti gli aggiornamenti relativi alla Legge 71/2017 sul cyberbullismo al fine di formare personale con competenze psico-pedagogiche e sociali per la prevenzione del disagio giovanile nelle diverse forme e per la promozione del welfare dello studente.
Tale corso, partendo dalla normativa vigente, L. 29 maggio 2017, N. 71, ha posto in evidenza i seguenti punti nodali:

  • Sintesi iniziale teorica sulle conoscenze relative alla definizione e caratteristiche del bullismo e cyber-bullismo.
  • Il ruolo della scuola nella prevenzione e nell’intervento.
  • Percorsi per la promozione della consapevolezza e della responsabilizzazione degli studenti circa i fenomeni del bullismo /cyber-bullismo.
  • Analisi di episodi di bullismo e cyber-bullismo.
  • Protocolli condivisi per la rilevazione dei casi.
  • Azioni formative di supporto e promozione di azioni peer to peer- a cura dell’associazione EbiCo.
  • Approfondimenti sulla tematica a cura delle forze dell’ordine.

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/84314

Le iniziative promosse dall’IC Rovigo 4 per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo si sono, poi, integrate con il progetto Continuità, costruendo un percorso che ha coinvolto le bambine ed i bambini delle classi 5^ della scuola primaria e le ragazze ed i ragazzi delle classi 1^ della scuola secondaria di primo grado ed ha portato all’incontro delle alunne ed alunni con la prof.ssa Cinzia Malachin.

http://www.icrovigo4.gov.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=484:incontro-sul-tema-del-cyberbullismo&Itemid=406

AZIONI DI CONTRASTO AL BULLISMO E AL CYBERBULLISMO

"Con l'evolversi delle tecnologie, l'espansione della comunicazione elettronica e online e la sua diffusione tra i preadolescenti e gli adolescenti, il bullismo ha assunto le forme subdole e pericolose del cyberbullismo che richiedono la messa a punto di nuovi e più efficaci strumenti di contrasto" (LINEE DI ORIENTAMENTO per azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyberbullismo)

Ad aprile 2015 il MIUR ha pubblicato le LINEE DI ORIENTAMENTO, un documento, realizzato da un gruppo di esperti del Miur, che ha lo scopo di dare continuità alle azioni già avviate dalle istituzioni scolastiche e non solo, arricchendole di nuove riflessioni.
Alla stesura del testo hanno collaborato circa trenta enti e associazioni aderenti all'Advisory board dell'iniziativa Safer Internet Centre, coordinata dal Ministero. Per ulteriori approfondimenti si rimanda al testo al seguente link: LINEE DI ORIENTAMENTO per azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyberbullismo - Aprile 2015
Al fine di fornire qualche indicazione su tale importante tematica si suggeriscono a docenti e genitori alcuni siti e documenti:
Dal 1° luglio 2016 prosegue il Progetto “Generazioni Connesse” (Safer Internet Center  ITALY III) con una nuova edizione, co-finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “Connecting Europe Facility” (CEF), programma attraverso il quale la Commissione promuove strategie finalizzate a rendere Internet un luogo più sicuro per gli utenti più giovani, promuovendone un uso positivo e consapevole. Il progetto è coordinato dal MIUR, in partenariato col Ministero dell’Interno-Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Università degli Studi di Firenze, Università degli studi di Roma “La Sapienza”, Skuola.net, Cooperativa E.D.I. e Movimento Difesa del Cittadino, Agenzia Dire con lo scopo di dare continuità all’esperienza sviluppata negli anni, migliorando e rafforzando il ruolo del Safer Internet Centre Italiano, quale punto di riferimento a livello nazionale per quanto riguarda le tematiche relative alla sicurezza in Rete e al rapporto tra giovani e nuovi media.
Sempre dal Progetto Generazioni Connesse, si pubblica un manuale in .pdf per i docenti con approfondimenti didattici e proposte laboratoriali:
 
http://www.azzurro.it/it/informazioni-e-consigli
Telefono Azzurro promuove un rispetto totale dei diritti dei bambini e degli adolescenti. Con le sue attività ogni giorno promuove le loro potenzialità di crescita e li tutela da abusi e violenze che possono pregiudicarne il benessere e il percorso di crescita.
Si occupa di tante tematiche tra cui bullismo e cyberbullismo. Ha predisposto un dossier cyberbullismo per delineare strategie, a partire dalle indicazioni che emergono dai dati di Telefono Azzurro, che aiutino a costruire contesti in cui bambini e adolescenti si sentano protetti e al sicuro, come purtroppo non ancora accade. (Dossier cyberbullismo)
Inoltre ha pubblicato una Guida per i genitori - informarsi bene per agire al meglio:
 
 
http://www.ctsctirovigo.it/
A seguito della Nota MIUR 16367/2015 fanno capo ai Centri Territoriali di Supporto le azioni di contrasto al bullismo e al cyberbullismo. In ambito provinciale il CTS di Rovigo che costituisce riferimento provinciale per fornire consulenza, formazione e materiali nell'ambito specifico della tecnologia a supporto della didattica per le disabilità e le difficoltà di apprendimento ha sede presso l’Istituto Comprensivo di Badia.
 

Pensa per postare 1

Progetto di Istituto "Fare rete per entrare nella rete"

PRESENTAZIONE DEI LAVORI SVOLTI DAI RAGAZZI

VADEMECUM BULLISMO E CYBERBULLISMO

 

Letto 602 volte Ultima modifica il Lunedì, 10 Settembre 2018 13:39