Lunedì, 12 Marzo 2018 21:12

Giornata dello sport a Grignano

Scritto da

Nella mattina di venerdì 9 marzo 2018, dalle ore 8:30 alle ore 13:00 circa, il prof. di scienze e matematica Alberto Guerrini, di Rovigo, ha incontrato gli alunni di tutte le classi della scuola primaria “Col.A.Milan” e della secondaria “Sante Zennaro”, per illustrare la sua esperienza sportiva di nuotatore solitario e amante di imprese suggestive ed impossibili.

Per prime ha incontrato le classi 3^D e 3^E della secondaria a cui ha illustrato la le difficoltà avute in alcune sue imprese e come le ha superate, tramite una rigida preparazione atletica. Un atleta serio deve conoscere i propri limiti e sapere quando è necessario fermarsi per non rischiare. «Nello sport si fa fatica ma soprattutto ci si diverte». Ha descritto anche i momenti di difficoltà, gli errori che qualche volta ha compiuto: «Lo sport ci aiuta anche a conoscere meglio noi stessi, come siamo fatti. Quando facevo le gare di nuoto entravo in un altro mondo, non sentivo più nulla ed ero concentrato solo su me stesso, mi sentivo forte, non avevo paura di nulla».
Successivamente ha incontrato i bambini delle classe 1^A e 1^B e 2^A della scuola primaria “Col.A.Milan”, cui ha presentato gli strumenti che adopera nelle sue imprese (costume, cuffie e occhialini) e ha fatto vedere un video sul periplo del Delta del Po compiuto a nuoto. I più piccoli sono stati coinvolti in prima persona e subito hanno voluto esprimere le loro piccole ma importanti esperienze di sportivi “in erba”: come spesso accade da spettatori…a protagonisti!
Dopo ricreazione è stata la volta delle classi 3^A, 3^B e 4^A cui il nuotatore Guerrini ha raccontato come sport è stato per lui anche un motivo che gli ha permesso di farsi tanti amici, con alcuni dei quali è ancora in contatto dopo tanti anni di attività e poi gli ha permesso di viaggiare il mondo e di vedere molti luoghi. Ha raccontato le sue imprese come l'attraversamento dello Stretto di Gibilterra, ed ancora il record dell'attraversata dello stretto di Messina, per quattro volte consecutive, nei quattro stili del nuoto: stile libero, dorso, rana e delfino. Nell’incontrare gli alunni della scuola primaria “Col.A.Milan”, il professore ha illustrato diversi momenti delle sue attraversate sottolineando, in ogni esperienza, aspetti diversi e fondamentali del fare sport. In particolare è emerso il grande ruolo che questo può ricoprire nel continuo percorso di conoscenza e di maturazione personale.
La mattinata si è conclusa con l’incontro tra il nuotatore e le classi 5^A della primaria, 1^E e 2^E della secondaria. Guerrini ha raccontato ai ragazzi come ha attraversato il lago di Loch Ness in Scozia, poi il lago Balaton in Ungheria, il Dough Gill in Irlanda, in Italia il lago di Garda, quello di Bracciano e parlando di mare ha fatto il periplo del Delta del Po e quello del Conero. Ultime frontiere sono state per lui le acque fredde, con l’attraversata della laguna di Chioggia e la Norvegia. «E’ stata un’emozione indescrivibile per me, arrivare qui – ha detto Guerrini – dopo tanti anni di preparazione nelle acque invernali dell’Adriatico, tanti sacrifici e difficoltà di ogni genere, e nuotare in questo mare comunque severo non solo per le basse temperature, per così tanto tempo suscitando l’ammirazione degli stessi norvegesi». L’impresa è stata dedicata al leggendario esploratore Tohr Eyerdahl, antropologo, biologo, esploratore e scrittore norvegese che tanto lo ha ispirato.
Ringraziamo questo grande campione sportivo per i grandi valori che ha saputo trasmettere a tutti gli alunni di primaria e secondaria che ha incontrato in questa mattinata entusiasmante. I ragazzi hanno seguito con grande attenzione l'incontro e hanno rivolto moltissime domande a Guerrini, incuriositi dalla sua grande carisma umano e sportivo.

campione grignano     campione grignano2

Letto 89 volte Ultima modifica il Lunedì, 12 Marzo 2018 21:29