Domenica, 12 Maggio 2019 17:16

Tra i 1300 pacifisti anche i cappellini e le bandane rosse di Boara Polesine

Scritto da

Partecipazione in massa della Scuola Primaria “A. Moro“ di Boara Polesine alla “Marcia della Pace”, svoltasi Venerdì 10 Maggio, per le vie del centro di Rovigo.

Animati dal desiderio di condividere con tanti amici il valore della pace, gli alunni hanno sfilato gioiosamente, attraversando i ponti, oggi non più visibili, della “vecchia” Rovigo e ricreati fisicamente in modo essenziale, grazie alla collaborazione di ragazzi, genitori, nonni, ed associazioni di volontariato del territorio.
Quest’anno infatti, filo conduttore del progetto “Noi bambini per la Pace”, giunto oramai al ventisettesimo anno di vita, è stato proprio il tema del PONTE, assai interessante per la sua valenza simbolica che aiuta ad unire generazioni, popoli e culture.
Alla fine i pacifisti hanno cantato a gran voce “I ponti” del Gen Verde e, dopo il saluto delle autorità cittadine e di un emozionante minuto di silenzio, la piazza Vittorio Emanuele si è allegramente movimentata con il Flash Mob “Dammi occhi nuovi”.
Una semplice coreografia su base cantata per ricordare che solo con uno sguardo diverso possiamo trovare nell’altro un amico e non un nemico.
La preziosa collaborazione dei genitori degli alunni con i cappellini e le bandane rosse è ancora una volta esempio di come sia importante costruire un ponte tra due agenzie formative, che sinergicamente concorrono a promuovere il percorso formativo di futuri uomini e cittadini. 

Letto 27 volte